L’importanza delle lingue

pexels-photo-109629

Al giorno d’oggi lo studio di almeno una lingua straniere è di fondamentale importanza perché la nostra società viene quotidianamente a contatto con persone di differenti culture che hanno tradizioni, usi e costumi diversi dai nostri. Ciò ci permette di abbattere le numerose barriere che dividono i popoli. Di conseguenza imparare una lingua straniera è una cosa molto importante ma non dobbiamo dimenticare anche i vantaggi, che questo studio, offre alle proprie prospettive occupazionali, nonché all’autostima personale. Infatti, viste le continue trasformazioni della società e la richiesta, sempre maggiore, di personale qualificato in ogni settore lavorativo, la conoscenza di più lingue straniere sta diventando una vera e propria necessità.

Lo studio di una lingua straniera

L’importanza di insegnare unaseconda, o una terza linguanelle scuolearricchisce le opportunità per i giovani di acquisire una maggiore competenza linguistica ma non soltanto, infatti, sono sempre più le persone che decidono di studiare una o più lingue straniere in maniera del tutto autonoma iscrivendosi a Corsi di tedesco a Roma, oppure di inglese, francese, russo e tutte le lingue maggiormente parlate nel mondo. Questa necessità è data dallo sviluppo crescente della comunicazione di massa; infatti l’aumento degli scambi con altri Paesi richiede la conoscenza di almeno una seconda lingua.

Introdurre l’insegnamentodi una lingua straniera, però, non significa solo far conoscere il linguaggio che appartiene ad altri popoli, ma dà anche la possibilità di prendere coscienza del fatto che queste culture sono comunque diverse dalla propria. Sarebbe ancora meglio se le scuole, oltre a fornire solo l’insegnamento basato sui libri si attrezzassero per arricchire questo studio con visite vere e proprio nel Paese studiato proponendo, magari, anche la possibilità di fare delle esperienze lavorative.

La lingua straniera nel mondo del lavoro

Molti datori di lavoro, infatti, oltre a richiedere la conoscenza di una lingua straniera, preferiscono assumere dei dipendenti che hanno alle spalle un’esperienza pregressa, di quel genere di lavoro. Quindi, ecco che la possibilità di trascorrere un anno all’estero nei Paesi in cui si parlano le lingue che si studiano, sarebbe per gli studenti un’ottima opportunità per formare il curriculum della loro futura carriera lavorativa. Alla conclusione degli studi, i giovani, avendo acquisito un buon bagaglio culturale, potranno poi decidere se dedicarsi alla ricerca di un lavoro nel loro Paese di origine o se recarsi nel paese in cui hanno vissuto la loro prima esperienza di lavoro avendo alle spalle una conoscenza che gli offre notevoli vantaggi all’interno di un’azienda.

 

 

 

Articoli correlati

Lascia un Commento